Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu

Siccità : come prendersi cura delle piante ?

Il tempo passa veloce ed i cambiamenti climatici si succedono senza che si abbia il tempo di rendersene conto ! Dopo le forti piogge, la siccità può essere fatale per le vostre piante:

• Quali piante prediligere ?
• Come innaffiare le vostre piante ?
• Perché è bene verificare sempre le previsioni meteo ?

Quali piante prediligere ?

Le piante messe a dimora recentemente e quelle coltivate in vaso sono le più sensibili. Innaffiate regolarmente alla base delle piante.

Le piante messe a dimora quest’anno non hanno ancora un sistema radicale molto sviluppato, quindi delle innaffiature regolari e abbondanti compenseranno qesta mancanza di risorse.

Quanto ai vasi, la terra da essi contenuta si secca velocemente e diventa una trappola per le piante.

Pensate anche all’orto : lunghe giornate di sole sfiniscono le piante.

Come innaffiare le vostre piante ?

Innaffiate sempre alla base delle piante, evitando di toccare foglie e fiori. Preferite la sera per limitare l’evaporazione  e l’effetto lente di ingrandimento sulle foglie che rischiano comunque di venire bagnate. E piccola astuzia , potete utilizzare anche un sistema di innaffiatura economico di  tipo Iriso ® che comporta numerosi vantaggi:

• Funziona senza elettricità : è sufficiente adattarlo su delle bottiglie
• Flusso regolabile.
• Durata dai 5 ai 60 giorni per partire tranquillamente in vacanza.

Al fine di conservare l’umidità più a lungo , utilizzate una pacciamatura, ma fate attenzione a non utilizzare la corteccia di pino per le rose: quest’ultima infatti acidifica la terra ed i rosai  non tollerano bene un terreno acido. Preferite piuttosto gusci di cacao, di grano saraceno, trucioli di pioppo, di quercia, o una pacciamatura minerale in una tela fuori dal suolo, dell’ardesia o della pozzolana. Per una efficacità massimale, considerate dai 5 ai 10 cm.

La corteccia di pino conviene alla maggior parte degli arbusti, soprattutto alle ortensie ed alle piante acidofile in generale. Le piante vivaci, i bulbi a fioritura estiva e le piante in vaso saranno protette con una pacciamatura più leggera come della paglia di lino, gusci di grano saraceno, e per gli arbusti in vaso dei trucioli di pioppo. Per un effetto design poi, dell’ardesia.

Un’aiuola protetta da una pacciametura può essere innaffiata più raramente, ma più abbondantemente affinché l’acqua arrivi in profondità. Inoltre la pacciamatura impedisce alle erbacce di crescere, preserva la terra e l’attività microbica è salvaguardata. Le pacciamature di origine vegetale devono essere rinnovate regolarmente, quelle di origine minerale invece non hanno bisogno di essere rinnovate.

Perche è sempre bene verificare le previsioni meteo ?

Infine non dimenticate di controllare le previsioni meteo (televisione, radio, internet). È anche possibile abbonarsi a delle newsletters specializzate.

Eviterete in questo modo qualche innaffiatura inutile che Madre Natura potrà fare al vostro posto aiutando le vostre piante a sopravvivere all’estate! In effetti niente di più triste che rientrare a casa e scoprire che alcune piante sono morte di sete dopo tutte le cure e le energie utilizzate per vederle crescere !

Consultate regolarmente le previsioni meteo !

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità