Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Prezzi bassi su + di 100 prodotti !

L’eredità Meilland Richardier, dal 1867

L’origine risalirebbe agli anni 1867… un intreccio di vite ed incontri…

Con le radici a Lione e i dintorni, gli avi MEILLAND e RICHARDIER hanno fatto della Rosa una passione divorante che, attraverso i decenni, che si è solo rinforzata. È una storia che continua oggi, sul nostro posto di creazione di SAINT- ANDRE a CANNET-DES-MAURES nel VAR a sud della Francia e sul nostro sito di produzione di Lafayette a DIEMOZ in ISERE. E anche attraverso il mondo dai nostri partner e amici Tedeschi, Americani, Australiani, Cinesi, Spagnoli, Ollandesi, Italiani, Giapponesi...

« Dai nostri viaggi, torniamo sempre con qualche brutta notizia, quando i nuovi cultivar non sono all’altezza delle nostre speranze, ma anche e soprattutto con tante nuove idee, sull’utilizzo della rosa e sul lavoro degli altri creatori Internazionali o dilettanti, ed una visione di ciò che la Regina dei Fiori, La Rosa, potrà diventare nel futuro”. Matthias MEILLAND

 

Famiglie MEILLAND, DUBREUIL, RAMBAUX, RICHARDIER… 150 anni di miglioramento del Genere Rosa

Da PERLE D’OR a PRINCE JARDINIER®, ed oltre... Un’eredità lionese.

Prima c’era Joseph RAMBAUX (1820-1878) che iniziò come semplice giardiniere al Parco della Tête d’Or (Lione) nel 1850. Fu colpito d’amore per la rosa. Con uno spirito creativo e curioso, effettua incroci di varietà disponibili nel famoso Parco, e tutto ciò è chiamato oggi la creazione varietale.

Purtroppo, Joseph non vede le varietà prendere il volo planetario. Morto nel 1878, lascia alla moglie, la figlia e il genero FRANCIS DUBREUIL (1842-1916), la cura di continuare il lavoro della selezione di nuove varietà di rose.

Francis DUBREUIL decise di far conoscere le varietà del suocero e lasciò il mestiere di sarto che teneva dal padre. Agrandisce le coltivazioni e fa stampare nel 1867 un catalogo annuale in cui vanta i meriti delle nuove rose scoperte dalla famiglia con un buono d’ordine con la dicitura “F. DUBREUIL Orticoltore Rosicoltore”.

Nel 1880, crea « ANNA MARIA DE MONTRAVEL » un Polyantha bianco dal leggero profumo di mughetto.

Nel 1887, crea un Polyantha color albicocca, quasi senza spine « PERLE D’OR ». Questa rosa è la prima varietà della famiglia ad avere un successo internazionale. In effetti, dal 1891, 4 anni dopo la pubblicazione officiale in “Le Journal des Roses”, la varietà è già sul “Journal of The Senate and Assembly of the Legislature of the State of California”. Le Rose di Lione hanno sempre viaggiato ma a questa velocità e per un nuovo creatore di rose, è incredilbilmente folgorante !

A partire da varietà accuratamente selezionate nelle collezioni di Lione per le qualità di resistenza, di bellezza, di floribondità o del profumo, Francis DUBREUIL crea la magnifica e nuova varietà che porterà il suo nome “FRANCIS DUBREUIL” creata nel 1895. Una rosa tea rosso cremisi, porpora e vellutata, con riflessi color ciliegie amarena. Seguirà rapidamente un Cespuglio Polyantha rosso scuro “PERLE DES ROUGES” (1896).

Non molto lontano, Antoine MEILLAND (1884-1971), chiamato « Papa MEILLAND », aveva sognato da bambino a CHAMBOEUF, di diventare rosicoltore sfogliando i cataloghi di Francis DUBREUIL. Dopo 4 anni di apprendimento da un arboricoltore, entra nel 1900 coma aiutante giardiniere nel roseto DUBREUIL…Nessuno sa ancora, che una pagina importantissimi, sta per scriversi…

 

Un inizio del XX secolo molto creativo !

Nel 1904 , tra due secoli, Francis DUBREUIL decide di creare la fantastica rosa “CREPUSCULE”. Ancora oggi, “CREPUSCULE” cresce ancora in più di 75 roseti in tutto il mondo ! Se ne vedono anche in AUSTRALIA, GIAPPONE, CANADA, USA e in tutta l’EUROPA, da nord a sud. È uno degli ultimi Noisette che è stato commercializzato.

Seguono altre rose sempre iscritte nella storia delle rose lionesi :

 « SARAH BERNHARDT » (1906) un rampicante rosso profondo con un profumo potente di viola, « LYON RAMBLER » (1909) un ibrido di multiflora con grappoli di piccoli fiori di color rosa e un profumo potente,

e il piccolo Polyantha “MERVEILLE DES ROUGES” (1911) che fiorisce dalla primavera all’autunno.

Dopo 9 anni trascorsi da Francis DUBREUIL, Antoine chiede la mano della figlia, Claudia, e entra così nella grande famiglia dei rosicoltori lionesi. Nel 1912, Claudia, moglie di Antoine MEILLAND (1887-1932) mette al mondo un figlio in mezzo alle rose alle quali dedicò poi tutta la vita, corta ma molto ricca : Francis MEILLAND (1912-1958).

 

Tra le due guerre il periodo è ricco in innovazioni

Nel 1914, Antoine deve partire al fronte e lascia la moglie Claudia con il bambino Francis. A forza di duro lavoro, arrivano a mantenere un po’ la collezione di rose e a fare crescere degli ortaggi.

Alla fine della prima Guerra Mondiale, Antoine riprende il mestiere di giardiniere e si sistema a TASSIN-LA-DEMI-LUNE a sud ovest di Lione su una proprietà di un ettare e mezzo che ha appena comprato.

Nel 1929, Antoine e Francis sono invitati da Charles MALLERIN, che diventa poi il mentor del giovanotto. In ammirazione davanti alla rosa “Mme P.S Du Pont”, capolavoro de MALLERIN, Francis MEILLAND comincia anche lui alla creazione di nuove rose.

Nel 1932, Claudia muore nella casa familiare, facendo promettere al figlio Francis e il marito Antoine di andare a vedere il mondo e soprattutto la Costa Azzurra che la faceva tanto sognare. Ed è con il cuore pesante che Antoine e Francis vanno a ANTIBES, dove li aspettano dei clienti che conoscono solo tramite lettere. La famiglia PAOLINO, produttore di rose di fiori recisi, utilizzano già le varietà MEILLAND e creano anche delle varietà dedicate alla produzione di fiori freschi. Marie-Louise detta Louisette PAOLINO (1920-1987) diventerà qualche anno più tardi la Sig.ra Madame Francis MEILLAND...

Nel 1933, Francis incontra in Francia Robert PYLE, amico di Charles MALLERIN venuto a visitarlo. Quest’incontro come quello del Dottore NICOLAS, creatore di rose negli Stati Uniti, lo incoraggiano ad andare in America...

Nella primavera 1935, Francis fa il primo viaggio negli USA. Percorre durante due mesi più di 20 000 km in macchina e torna con idee revoluzionarie per l’epoca in Europa ! Il catalogo a colori, il frigorifero per stoccare le rose e il brevetto per proteggere le creazioni delle rose.

È solo dopo questo viaggio che segna nel taccuino di ibridazione un nuovo incrocio : 3-35-40 : JOHANNA HILL x Semis (CP KILHAM X MARGARETH MCGREDY)…

Nell’autunno 1936, Francis MEILLAND edita in Europa il primo catalogo di vendita per corrispondenza a colori. In copertina, la rosa Charles MALLERIN “BRASIER”. Poi alcune pagine a colori presentano le varietà :

« FEU PERNET » (Ch. Mallerin),

« SIGNORA PIERO PURICELLI » (D. Aicardi),

« NINON VALLIN » (J. Gaujard),

« ROSE D’AMOUR » (J. Gaujard),

 « JEAN CÔTE » (J. Gaujard),

« ROCHEFORT » (Ch. Mallerin),

e « MADAME JOSEPH PERRAUD » (J. Gaujard).

Dopo 23 giorni, non gli resta più una sola rosa da vendere, è un successo inaspettato !

 

La Rosa « PEACE », una storia nella Storia

Prima della Seconda Guerra Mondiale, la rosa 3-35-40 è inviata a tutti i corrispondenti Internazionali MEILLAND…

Nel 1942, la nuva rosa viene premiata con la Medaglia d’Oro, al Concorso Internazionale delle Nuove Rose a Lione con la valutazione « Più bella Rosa di Francia”. In autunno del 1942, Francis crea la varietà al catalogo MEILLAND, con il nome della madre defunta : Mme A. Meilland...

Ma dopo la guerra, Francis MEILLAND riceve una notizia inaspettata di Robert PYLE : 3-35-40 è stata chiamata “PEACE”. In effetti, riconoscendo le qualità eccezionali, l’ARS l’American Rose Society ha presentato la rosa a PASADENA in CALIFORNIA. È anche battezzataper fare eco alla caduta di Berlino in maggio del 1945.

E di più ancora, l’ARS offre una Rosa « PEACE » a ogni delegato della conferenza della futura ONU a SAN FRANCISCO che ha luogo da aprile a maggio nel 1945. Ogni rosa “PEACE” è allora accompagnata da questo messaggio del Dr. RC ALLEN, Presidente dell’ARS : “Questo è la Rosa “PEACE” che è stata battezzata all’espozione della “Pacific Rose Society” a PASSADENA il giorno della caduta di BERLINO. Speriamo que “PEACE” influirà gli uomini per la pace nel mondo.”

Nel 1946, « Mme A. MEILLAND /PEACE » diventa l’unica vincitrice dell’AARS, la All American Rose Selection. È anchr la prima varietà premiata da HALL OF FAME nel 1976, premio conferito dalla WFRS, la Federazione Mondiale delle Società delle Rose.

Oggi « Mme A. MEILLAND /PEACE » è nota con il nome « PEACE » in tutti i paesi anglosassoni, con “GIOIA” in Italia e “GLORIA DEI” in Germania.

Oggi stimiamo a più di 100 milioni di rose piantate nel mondo.

L’eredità di « PEACE » va al di là della sua storia e continua oggi grazie ai 382 discendenti dagli anni 1950 !

« Isabelle de France » di Charles MALLERIN, « Rose GAUJARD» di GAUJARD, « Mischief » di McGREDY, « Memoriam » di VON ABRAMS, « Belle Epoque » di KRILOFF, « Berlin » Karl HERBST, « Gold Crown » di KORDES, « Diorama » di DE RUITER, « O Sole Mio » di DELBARD, « Garden Party » « Perfume Delight » and « Royal Highness » di SWIN AND WEEKS, « Better Homes and Gardens » di WARRINER, « Allspice » d’ARMSTRONG, « Love and Peace/ Pullman Orient Express » de PING LIM, « Sterling Silver » de FISHER, « Prima Ballerina » e « Super Star » di TANTAU…

Da MEILLAND, « PEACE » è all’origine di numerose varietà tra cui “CONFIDENCE” nel 1954, “MESSAGE” e “GRACE DE MONACO®” nel 1956 (creata dalla richiesta della famiglia GRIMALDI all’occasione del matrimonio di Grace KELLY e del Principe RAINIER), “CHRISTIAN DIOR®” nel 1959, “BARONNE EDMOND DE ROTHSCHILD®” nel 1968, “PRINCESSE DE MONACO” nel 1982...

Sulle 19 mutazioni naturali di « PEACE » che sono dichiarate, le più popolari sono « CHICAGO PEACE » e « KRONENBOURG » /FLAMING PEACE ».

Nel 1996, per il 50° anniversario dell’ONU a Ginevra, Boutros Boutros GALI fu il preside di una ceremonia davanti a 240 adolescenti di 197 paesi diversi presentando loro il simbolo della Rosa « PEACE ». Chiese di portare con loro una rosa nel proprio paese.

2015 è stato l’anno dell’80esimo anniversario della creazione della rosa 3-35-40, e il 70esimo anniversario del battesimo a PASADENA in CALIFORNIA…

 

Il trentennio glorioso anche per le rose !

Nel 1948, Francis decide de lasciare LIONE e di sistemarsi a ANTIBES (a Sud) per dedicarsi esclusivamente alla ricerca e allo sviluppo di nuove varietà di rose. È una scelta pensata, ANTIBES è all’epoca uno dei grandi centri mondiali di produzione di fiori recisi.

Louisette e Francis MEILLAND e i due figli Alain (1940) e Michèle (1943), Antoine MEILLAND e François PAOLINO sistemano il nuovo Centro di Creazione e di Selezione di Rose Nuove in 134 Boulevard du Cap à ANTIBES.

È anche a quest’epoca che Francis MEILLAND diventa il socio di Francisque RICHARDIER produttore di rose nella regione di Lione, e anche lui pubblica un catalogo dal 1867.

Per molto tempo sistemata a TASSIN-LA-DEMI-LUNE, la produzione e i campi test si trasferiscono definitivamente nel 2010 a DIEMOZ in ISERE per ritrovare un po’ di spazio rispetto all’urbanizzazione crescente de LIONE.

A ANTIBES, dal centro di ricerca, nasceranno in poco tempo varietà di rose che cambieranno il mestiere di orticoltore produttore come BACCARA® Meger (1954), CARINA® Meichim (1963), VISA® Meired (1972) e SONIA® Meihelvet (1974)...Oppure varietà che faranno il giro del mondo come COCKTAIL® Meimick (1957) o SARABANDE® Meihand (1957).

Francis MEILLAND muore nel 1958, lasciando ai discendenti il duro lavoro di continuare a stupire il mondo creando delle rose.

Alain, a solo 18 anni, riprende la ditta con l’aiuto di tutta la famiglia e della mamma Louisette. La creazione varietale riprende : CLAIR MATIN® Meimont (1960) CHARLES DE GAULLE® Meilanein (1974) BONICA® Meidomonac (1982) PIERRE DE RONSARD® meiviolin (1985).

 

A ogni membro della famiglia, la sua rosa.

Ovviamente, la storia delle rose della famiglia continua. La storia è cominciata con FRANCIS DUBREUIL (1895), Jean-Baptiste MEILLAND (1939), Mme A. MEILLAND (1942), MICHÈLE MEILLAND (1945), ALAIN (1946) e GRAND MÈRE JENNY (1950)… Continua con PAPA MEILLAND® Meicesar (1963) MANOU MEILLAND® Meitulimon (1977), SONIA MEILLAND® Meihelvet (1970), MATTHIAS MEILLAND® Meifolio (1985) e ANTHONY MEILLAND® Meibaltaz (1990).

Louisette diceva sempre che nessuna rosa era abbastanza perfetta per portare il nome del marito Francis. Tuttavia, grazie al lavoro meticoloso della figlia Michèle RICHARDIER, nata MEILLAND, un nuovo ibrido di tae profumato di colore bianco al cuore rosato, cretao nel 1996 dell’incrocio di un seme ROUGE MEILLAND® 84 Meimalyna x ‘WIMI’ Tanrowisa) x ‘MARGARETT MERRIL’ Harkuly, attira l’attenzione delle squadre di selezione.

Presentata ai diversi concorsi di Rose Nuove a partire dal 2003, una pioggia di premi non si fa aspettare. Dal 2006 al 2012, sono 3 Premi del Profumo, una medalgia d’Oro e dodice citazioni. Riceve il 1° Premio Grandi Fiori della SNHF (Société Nationale d’Horticulture de France) e un ADR, garanzie della resistenza alle malattie. Nel 2013, riceve l’ultimo AARS che premia la rosa che non richiede trattamento fitosanitario.

Questa varietà si chiamava già SCHLOSS IPPENBURG® in Germania, PRINCE JARDINIER® nel resto dell’EUROPA, MY GARDEN® in GIAPPONE, è battezzata FRANCIS MEILLAND® all’occasione del Centenario della nascita di Francis.


Da 8 a 10 anni di lavoro per far nascere una rosa.

Ogni paese ha le sue preferenze in materia di rose “I giapponese amano i fiori semplici e di color pastello, gli inglesi i fiori doppi con colori franchi, i tedeschi le varietà romantiche, il giallo è molto apprezzato in Cina...” spiega Matthias MEILLAND che ha ripreso il testimone con la sorella SONIA della creazione varietale.

ll gruppo di ricerca Meilland prepara ogni anno i programmi di incroci a partire dai quali saranno realizzate tra 8000 e  10 000 combinazioni di piedi madri, che rappresentano  dai 100.000 ai 120.000 fiori fecondati manualmente tra aprile e fine luglio. Una volta i frutti raccolti ed i semi selezionati e seminati, circa 250.000 pianticelle fanno l'oggetto di una selezione molto rigorosa, di una durata da 8 a 10 dieci anni per le rose da giardino.

Le varietà selezionate saranno poi sottoposte a test in 15 luoghi di prove. Questi luoghi privati sono distribuiti a tutte le latitudini. Tutto è studiato : colore, forma del fiore, portamento, profumo, resistenza alle malattie, resistenza al freddo, al caldo, agli attacchi di insetti, adattazione ai climi diversi...Perché se le qualità del padre e della madre sono conosciute, ogni figlio ha le proprie qualità e si sviluppa diversamente...

Anno dopo anno, dopo 8 a 10 anni in generale, una decina di rose è selezionata e presentata ai concorsi e ai compratori nazionali e internazionali.

Oggi sono 1000 rose che sono protette dal brevetto. MEILLAND lavora anche in collaborazione con l’INRA, l’Istituto Nazionale di Ricerche Agronomiche, per identificare il genoma della rosa.

In tutto, un milione di euro sono investiti ogni anno nella ricerca e la creazione delle rose. E ogni anno porta i suoi progressi. Negli anni 1970 sono le rose paesaggistiche MEILLANDECOR® resistenti e che necessitano poche cure, perfetti per adornare le aiuole.

Negli anni 1990/2000, varietà resistenti al freddo sono sviluppate per la Russia e ci siao concentrati sul profumo e la resistenza alle malattie per l’Europa.

La vendita ai privati apre il catalogo di vendita per corrispondenza a tutte le piante, arbusti, alberi da frutto, piante da orto, fiori annuali e biennali, bulbose, semi…che permette di offrire ai clienti giardinieri una larga scelta di combinazioni florali. Ovviamente le rose sono le piante più importanti ed è sempre il catalogo più completo con 150 a 200 vareità commercializzate.

Oggi, MEILLAND è considerato come inevitabile delle rose “ecologiche” con le rose senza trattamenti, e delle rose a piccolo sviluppo per i piccoli giardini e terrazzi.

Tendenze importanti che MEILLAND ha saputo anticipare per proporre delle rose adatte. E continuare a far sognare...

 

E la 6a generazione ha ripreso il testimone

Oggi Matthias MEILLAND condivide la stessa passione « Dagli inizidi Joseph RAMBAUX nel 1850 ad oggi, su sette generazioni (sperando che le seguenti manteranno quest’amore intenso), la famiglia MEILLAND continua il miglioramento del genere Rosa con la passione per la rose come linea direttrice, l’abbellimento dei giardini come meta e il senso della storia come bussola.

Ho personalmente ripreso con grande piacere le ibridazioni che avevo cominciato con la nonna quando ero bambino di meno di dieci anni. E guardo le varietà future nei campi di prove attraverso il mondo con il sentimento di una grande responsabilità e la voglia di offrire nuove rose sempre più novatrici, belle e straordinarie.”

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità