Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Vendita Flash su una selezione di rosai LABEL ROUGE

Cosa sono i piselli

Legumi tradizionali dell'orto, i piselli sono coltivati fin dall'antichità: buoni, ricchi in vitamine, facili da coltivare e dall'ottimo rendimento.

I piselli crescono al sole in tutti i terreni, di preferenza leggeri ed areati, arricchiti di matreia organica (come del compost, del Lombricompost o della Cornunghia) e che restano ben freschi. È inoltre possibile coltivarli in vaso, su balconi e terrazze, facendo attenzione ad innaffiare regolarmente.

Differenti tipi di piselli:

Piselli  da sgranare: varietà della quale si consumano solo i semi. Ogni baccello contiene da 5 a 10 semi.
Piselli mangiatutto: anche detti "taccole". Di questa varietà viene consumato l'intero baccello con all'interno i semi che rimangono allo stato embrionale.
Piselli a semi rotondi / a semi rugosi : i primi si raccolgono allo stadio giovanile, sono più rustici e possono essere seminati in autunno con clima dolce per dei raccolti di primizie in primavera. I secondi, che hanno un aspetto rugoso dopo la cottura, sopportano meglio il calore e si seminano più tardi al fine di avere un raccolto fino all'inizio dell'autunno.
Piselli nani / rampicanti : secondo la loro altezza possono aver bisogno di sostegni. Le varietà nane possono farne a meno ma il raccolto è più facile se la pianta resta in piedi!

Dove e quando piantare i piselli

100 gr di semi rappresentano circa 250/500 semi a seconda delle varietà. In clima dolce la varietà a semi rotondi può essere piantata già da novembre a marzo per un raccolto di primizie. Scaglionate le culture di stagione con semi da marzo a giugno iniziando con la varietà a semi rotondi, poi i mangiatutto ed i semi rugosi più resistenti al calore. I semi iniziano la germinazione in 6/15 giorni a seconda del periodo.

Seminate i piselli nani in linea distanziati di 40 a 50 cm, in un solco di 5 cm di profondità. Distanziate i semi di circa 2 cm. Anche i piselli rampicanti si seminano in linee distanziate di 60/70 cm; installate i sostegni allo stesso momento della semina.

Come coltivare i piselli

Mantenete il terrreno ben fresco tramite innaffiature regolari facendo attenzione a non esagerare. Quando i semi saranno germogliati, movimentate leggermente la terra intorno creando una piccola collina di protezione alla base delle nuove piante per aiutarle a restare ben dritte. Anche se ben supportate le piante di pisello nano possono a volte subire il peso della vegetazione: prevedete qualche tutore corto o delle cordicelle in situazioni particolarmente piovose o ventose.

I piselli possono essere attaccati dagli afidi neri. In caso di forte infestazione applicate un trattamento naturale come il Macerato di ortica o il Sapone nero. A parte questo non ci sarà bisogno di grande manutenzione in quanto sono poco sensibili alle principali malattie dell'orto.

Come consumare e cucinare i piselli

Il raccolto si effettua circa 4 mesi dopo la semina autunnale o invernale e dopo 2/3 mesi per le semine di stagione. Cogliete due volte a settimana quando i baccelli hanno  un aspetto ben pieno di semi. I piselli mangiatutto si raccolgono quando i semi iniziano a formarsi. Una volta raccolti possono essere conservati in frigorifero per qualche giorno. Alcune varietà sono selezionate specialmente per la congelazione o per la realizzazione di conserve.

I piselli possono essere consumati cotti e leggermente ripassati con olio o burro oppure in forma di vellutata o purée.

Un po' di botanica e di storia:

Famiglia: Fabacee

Genere: Pisum

Specie: Sativum

Numerose varietà

Origine:  Vicino Oriente, bacino mediterraneo

Coltivati fin dall'antichità.

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità