Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Prezzi bassi su + di 100 prodotti !

Lillà : Consigli di messa a dimora, potatura e manutenzione

Conoscere il lillà

Originari del Medio Oriente, i lillà sono coltivati in Europa dal XVIII secolo. Migliorati nel 19° secolo dal vivaista di Nancy, Victor Lemoine, al quale dobbiamo le principali varietà tutt'oggi coltivate, i lillà sono tra gli arbusti a fioritura primaverile più popolari grazie allo loro fioritura abbondante e il loro soave profumo.

Formano arbusti folti o piccoli alberi con tronchi molteplici che possono essere alti e larghi 4 m, con una crescita da media a rapida e un fogliame deciduo.
I fiori sono raggruppati in grappoli piramidali più o meno densi, semplici o doppi, e i colori vanno dal bianco al rosso purpureo molto scuro passando da tutte le sfumature di rosa, blu e viola. Fioritura molto abbondante a aprile/maggio.

Lillà Katherine Havemeyer
Lillà Mme Lemoine

Messa a dimora dei lillà

lillà si mettono a dimora da settembre a maggio, fuori dei periodi di forti gelate. Poco esigenti, crescono in qualsiasi buona terra da giardino, anche calcarea, al sole di preferenza. Vanga in profondità il terreno in modo da eliminare i sassi e le radici delle erbacce. Approfittane per aggiungere letame per arricchire la terra. I lillà sono venduti in contenitore. Immergi la pianta qualche istante in un secchio d'acqua per idratare bene la zolla.

- Fai una buca profonda e larga 50 cm, nel fondo della quale aggiungerai una manata di cornunghia torrefatta o fertilizzante tipo fertilizzante rosai, assicurando così una riserva di cibo.

- Ricopri con uno strato di terra aggiunta di un terzo di terriccio da piantagione, soprattutto se il terreno è pesante o al contrario sabbioso. Svasa l'arbusto, slega le radici che possono girare in fondo alla zolla, e metti la pianta in modo che la parte superiore coincida col livello del suolo.

- Riempi la buca con una mescolanza composta di due terzi di terra del luogo e un terzo di terriccio da piantagione per favorire l'attecchimento, comprimi leggermente e forma una conca per l'annaffiatura. Annaffia con 10-15 litri d'acqua alla piantagione perché la terra si assesti naturalmente.

- Pota i rami di un terzo affinché l'arbusto si attecchisca più facilmente e si irrobustisca naturalmente.

Potatura e manutenzione dei lillà

lillà sono perfettamente rustici e facili da vivere.

Il primo anno, taglia gli eventuali fiori per non affaticare la pianta mentre mette le radici. Annaffia regolarmente l'arbusto al meno nei primi due anni dalla messa a dimora : mediamente con 15 litri d'acqua ogni 10-15 giorni , in funzione del clima, affinché i lillà si atteccano bene in profondità. Aggiungi regolarmente letame in superficie in autunno, che si mescola alla terra con una leggera lavorazione del terreno, o un fertilizzante tipo rosaio alla ripresa della vegetazione in primavera. Una volta ben messo a dimora, l'arbusto resiste perfettamente alle siccità estive, perché ferma il suo sviluppo a luglio. Non teme malattie e resiste agli eventuali parassiti.

I lillà non richiedono una potatura specifica per fiorire abbondantemente. Tuttavia, la soppressione dei fiori appassiti impedisce la formazione di semi. Tagliali rapidamente appena cominciano a seccare, preservando i giovani germogli che si sono sviluppati proprio sotto, sono essi che fioriranno l'anno successivo. Elimina pure i ramoscelli rovinati, troppo fragili o mal disposti, affinché l'arbusto conservi un portamento armonioso. Soprattutto, non devi più intervenire a partire da luglio, altrimenti la fioritura sarebbe compromessa alla primavera successiva. Invece, è possibile ringiovanire un vecchio lillà con una spuntatura. È una potatura molto corta, quasi raso il suolo, che serve a rinnovare interamente l'arbusto. Fallo durante il riposo vegetativo, tra ottobre e marzo. Applica un prodotto cicatrizzante sulle piaghe da taglio. Un nuovo ciuffo si riformerà la primavera successiva e sarà capace di fiorire due anni più tardi.

A quali piante abbinare i lillà ?

lillà si usano isolati, a gruppi, in cespugli d'arbusti, in siepi libere. Devi distanziarli di un metro/1,50 m. Abbina i lillà a altri arbusti a fioritura simultanea come la palla di neve, la weigelia, o a fioritura scaglionata per creare una scena di cui l'interesse si prolungherà. La ramatura può fare da supporto a una pianta rampicante leggera come una clematide a grandi fiori, le cui corolle saranno bene valorizzate dal fogliame del lillà.

I fiori formano sontuosi bouquet. Recidi i fiori preferibilmente la mattina, fendi la base degli steli e immergili in un grande secchio d'acqua fresca affinché i fiori si ridratino bene. Componi il tuo bouquet e potrai approfittarne al meno una decina di giorni.

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità