Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Prezzi bassi su + di 100 prodotti !

Goji : consigli di piantagione, potatura e mantenimento

Conoscere il goji

Il goji è un arbusto originario della Cina. È anche conosciuto come "pianta dell'eterna giovinezza", perché le bacche sono note per le numerose virtù medicinali. Ottimo per la salute, il goji fa parte dei frutti più antiossidanti e contiene ben 18 tracce di amminoacidi, 21 oligoelementi, beta-carotene, proteine, vitamine (B1, B2, B6, C e E), e tanti altri elementi.

Il goji è un frutto molto conosciuto in Asia dove fa parte integrante della cucina locale e comincia a diventarlo anche nelle nostre zone. Le bacche di goji possono venir consumate sotto forma di frutti freschi (raccogliere i frutti quando saranno ben rossi e molli), frutti essicati e succo. Il gusto è leggermente zuccherino e poco acido.

È un arbusto molto rustico (fino ai -20°C), che offrirà tanti fiorellini viola da giugno a settembre, che diventeranno poi i frutti rosso-arancio da agosto ad ottobre

Piantagione del goji

Il goji è un arbusto di facile coltivazione in piena terra, anche calcarea, e in posto soleggiato. È preferibile piantarlo all'inizio dell'autunno o in primavera dopo il periodo di gelo. Può raggiungere i 2 m di altezza, e si dovrà lasciare tanto di spazio intorno per un ottimo sviluppo.

• Bagnare la zolla con il vaso prima della messa a dimora per un migliore attecchimento.
• Scavare una buca 3 volte più grande del diametro del vaso e profonda 40 cm.
• Mettere del concime o letame in fondo alla buca.
• Togliere la zolla dal vaso e sistemare la piantina in mezzo alla buca, ricoprire e comprimere la terra.
• Finire con un'abbondante annaffiatura.

Il goji si coltiva anche in vaso dove potrà raggiungere un'altezza massima di 1,50m. Scegliere un vaso abbastanza capiente (largo e profondo 50 cm), e piantare l'arbusto in una miscela composta da parte uguali di terriccio, terra da giardino e sabbia (per il drenaggio). L'annaffiatura sarà più regolare ed abbondante che in piena terra ma senza esagerare perché le radici potrebbero marcire : circa una volta a settimana d'inverno e 3 volte in periodo estivo

Mantenimento dei goji

Entro il primo anno di piantagione, il goji deve essere annaffiato con sufficiente regolarità in estate. Gli anni successivi, diminuire le annaffiature e formare una conca intorno al piede o pacciamare per mantenere il terreno umido.

Per aiutare il goji a crescere e ramificare, spuntare le estremità dei rami. Se diventerà troppo invadente, verrà potato di metà alla fine dell'inverno e sopprimere i rami troppo vecchi.

Quest'arbusto è poco sensibile alle malattie e non necessita di cure particolari. È consigliato somministrare del compost durante il periodo di riposo vegetativo

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità