Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Vendita Flash su una selezione di rosai LABEL ROUGE

Cosa sono gli asparagi

Molto ricchi in vitamine, gli asparagi fanno parte delle verdure dette primizie, sempre molto apprezzate in primavera. Hanno il vantaggio di essere vivaci grazie alle loro radici (rizomi detti "zampe"): una piantagione di asparagi può durare fino a dieci anni. I giovani germogli (turioni: la parte commestibile) si sviluppano poi in steli ramificati dall'abbondante fogliame molto fino che può raggiungere fino a 120-150 cm. Alcuni steli portano dei piccoli fiori bianchi molto discreti che producono a volte delle bacche rosse in autunno.

Gli asparagi preferiscono terreni piuttosto leggeri e sabbiosi, ben drenati ma che conservano una certa umidità in profondità. Sono più produttivi in posizioni calde e protette. Una quindicina di piante sono sufficienti alla consumazione di una famiglia di 4 persone.

Dove e quando piantare gli asparagi

Potete comprare i nostri asparagi sotto forma di rizomi di un anno in confezioni da 20. Bisogna considerare che il primo raccolto avverrà a partire dalla terza primavera. La preparazione del terreno è fondamentale: è necessario areare bene la terra e in profondità migliorandone la struttura in questa fase aggiungendo della sabbia di granulometria grossolana e del compost, terricciato fertilizzante, ben maturo.

La messa a dimora va effettuata tra metà febbraio e maggio a seconda delle regioni (in periodi in cui il rischio di gelate è passato). Realizzate dei solchi di 40 cm di larghezza e 25 di profondità, distanziate di circa 1,20 m l'una dall'altra. In fondo alle buche realizzate una piccola collina al fine di posizionare al meglio le radici. Distanziare ogni pianta di 60 cm circa dalla successiva e pensate a posizionare accanto ad ognuna un tutore per poterle reperire. Ricoprite di terra ben areata ed innaffiate abbondantemente.

Asparagi bianchi/asparagi verdi. Gli asparagi bianchi devono imperativamente essere protetti da una collinetta di terra e raccolti non appena ne fuoriescono perché tendono a diventare duri in contatto con la luce. Gli asparagi verdi non hanno bisogno di tale protezione e restano teneri anche senza.

Come coltivare gli asparagi

I due primi anni mantenete il terreno libero dalle erbacce e annaffiate regolarmente in periodi secchi. Gli asparagi possono essere vittima degli attacchi della riuggine e di alcuni parassiti: prevedete trattamenti adatti alla coltivazione biologica (lecitina) per non rischiare di ingerire prodotti chimici dannosi e prevedete rimedi naturali attirando per esempio animali del giardino come uccelli ed insetti che regoleranno naturalmente il benessere dell'orto. In autunno tagliate gli steli secchi e gettateli per evitare che spore e larve ricompaiano).

A partire dal terzo anno, a marzo, potete procedere a rincalzare gli asparagi: formate delle collinette di circa 30 cm di terra ben areata al di sopra delle piante. Il raccolto inizierà 3/5 settimane più tardi. Lasciate 3/4 turioni per pianta, i primi ad essere spuntati per esempio: servono da tira linfa ed assicurano la longevità della pianta.

Gli asparagi bianchi si raccolgono quando le punte iniziano a fuoriscire dalle collinette, gli asparagi verdi quando raggiungono i 15 cm di altezza.

A fine giugno, quando il raccolto sarà terminato, eliminate le collinette per rimettere il terreno piatto.

Per prolungare la longevità dei vstri asparagi, procedete ad una concimazione regolare e specifica. I primi anni rinforzate le radici somministrando in autunno del compost o del Concime speciale ripresa delle radici o del Vermicompost. In corso di vegetazione due/tre volte l'anno un concime per la crescita come del Sangue secco: a febbraio marzo, fine giugno e fine luglio.

Come consumare e cucinare gli asparagi

Gli asparagi cotti al vapore sono ottimi conditi con olio, sale e limone accompagnati ad esempio da un uovo all'occhio di bue. Buonissimi al forno arrostiti o per realizzare torte salate o puré in accompagnamento di carni e pesci. Deliziosi per primi piatti come risotti, paste fresche estive o zuppe vellutate.

Un po' di botanica e di storia:

Famiglia: Liliacee

Genere: Asparago

Specie: Officinalis

Origine: Europa, bacino mediterraneo, Asia centrale e occidentale. Coltivato già in antichità.

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità