Acqua di rose fai da te: benessere e cucina

Classificato in: Consigli — Tag:, , , , — Service Communication @ 12 h 02 min

- 28 giugno 2017

L’estate è arrivata: è il momento di approfittare di un po’ di riposo e prendersi cura di se! Le vostre belle rose sono lí per dare gioia ai vostri occhi ma non solo: possono trasmetterci la loro bellezza, donarci benessere fisico e perché no un gusto nuovo in cucina.petales2-150x150

L’acqua di rose è un ingrediente utile in cosmesi ma anche in cucina: questa nostra ricetta del tutto naturale vi permetterà di rendere luminosa la vostra pelle e di aggiungere un pizzico di originalità alle vostre ricette.

Ecco un semplice procedimento per realizzare la vostra acqua di rose profumata:

Ingredienti e occorrente:

° Petali di rose. Bisogna scegliere con attenzione le rose: devono essere profumate (noi abbiamo scelto la Bolshoï®Meizuzes). Prendete quelle aperte e coglietele la mattina o la sera, quando rilasciano un profumo intenso. Devono essere freschi, puliti, integri, senza ammaccature o parti mancanti dovute agli insetti, senza la parte bianca che li attacca al gambo e devono provenire da rose non trattate

° acqua distillata

° una pentolaBolshoï®Meizuses

° passino, filtro o garza

° bottiglie o barattoli di vetro sterilizzati e dotati di chiusura ermetica

1064-rosier-bolshoi-mi

 

 

Le dosi dipendono dalle vostre necessità e dalla quantità di petali che avete a disposizione.

Togliete delicatamente i petali di rosa, posizionateli in una pentola e ricopriteli delicatamente con l’acqua distillata assicurandovi di non rovinarli. Accendete il fuoco e restate accanto alla pentola: bisognerà spegnere il fuoco non appena l’acqua inizia ad evaporare e prima che inizi a bollire.

Una volta spento il fuoco mescolate delicatamente, mettete un coperchio e lasciate in infusione per circa un’ora: i petali avranno perso il loro colore.

A questo punto non resta che filtrare il tutto spremendo bene i petali. Procedete quindi ad ulteriori filtraggi finché l’acqua sarà pura.

L’acqua di rose è pronta e non resta che metterla nei contenitori sterilizzati. Potete conservarla dai 15 giorni a un mese in frigorifero.

 

Idea originale: provate a congelare l’acqua di rose in cubetti. Avrete delle ottime miniporzioni da passare direttamente sulla pelle, ma attenzione velocemente e senza troppo esitare: il potere astringente e stimolante la microcircolazione della pelle può essere troppo aggressivo soprattutto sulle pelli delicate.

Giugno in giardino: rose e non solo

Classificato in: Consigli — Tag:, , , , — Service Communication @ 12 h 16 min

- 23 giugno 2017

Formica ≠ Cicala: ultimi giorni per preparare il giardino per l’autunno

Per avere un giardino fiorito anche in autunno affrettatevi a piantare bulbi a fioritura estiva-autunnale come le Nerine, i Gladioli, le Dalie o le Tuberose prima che sia troppo tardi.

E’ il momento di estirpare i bulbi a fioritura primaverile (tulipani, narcisi ecc ), pulirli, farli asciugare e conservarli in contenitori arieggiati.

8-10-16-003

Bulbi piantati a lasagna

Preparate il terreno areandolo e rimuovendo vecchie radici e sassi. Nutrire la terra aggiungendo un concime organico ma non il letame che favorirebbe la decomposizione. Piantare i bulbi alla profondità necessaria a seconda della varietà (più il bulbo è grande in taglia più andrà piantato in profondità; ad esempio un bulbo di Dalia andrà piantato tra i 10 e i 20 cm mentre una Nerina a 30 cm)  aiutandovi se necessario con un un piantatoio per bulbi ma non un piantatoio conico per evitare che una sacca d’aria resti sotto il bulbo una volta la buca riempita. Poi comprimi e annaffia.

Fare attenzione alle innaffiature durante la germinazione per evitare che il bulbo ammuffisca.

photos-bulbes-005

Piantabulbi

Quando la piantina sarà alta circa 10 cm mantenere il terreno sempre umido e aggiungere un concime ogni 15 giorni per favorire la fioritura autunnale.

 

 

 

 

 

 

 

Rose: la manutenzione dei rosai nel mese di giugno

I rosai Meilland Richardier fioriscono a partire dal mese di maggio fino alle prime gelate e per aiutarli a realizzare al meglio il loro lavoro è necessario fornire loro i mezzi più adeguati. Cosa significa? Giusto apporto d’acqua e di concimi e potatura.

meilland_edith-piaf

Edith Piaf

Le prime fioriture sono già arrivate e appassite e con l’arrivo dei primi caldi le nostre amate rose iniziano a soffrire di stanchezza (esattamente come noi) e stentano a crescere in quanto privi di energia. Urgono nuove forze!!!

Cosa fare?

Innaffiature: innaffiare la terra ed evitare di bagnare le foglie per prevenire l’insorgere di attacchi fungini, favoriti da caldo e umidità. Se piantati in una terra pesante, in grado di ritenere meglio e più a lungo l’acqua, innaffiare 1 volta alla settimana. In terra leggera , con tendenza a seccare più velocemente,  effettuare delle innaffiature più frequenti, da 2 a 3 volte a settimana.

Concimazione: Dopo ogni fioritura è raccomandato un apporto di concime per restituire alla pianta le energie perse durante la precedente fioritura, energie delle quali avrà bisogno per la successiva. Potete utilizzare gli stessi concimi utilizzati al momento della messa a dimora o in primavera o passare a un concime più ricco in azoto.

Soppressione dei polloni: i polloni selvaggi sono dei germogli generati dalla pianta da innesto. Sono facilmente riconoscibili in quanto partono , evidentemente, dal rosaio sulla quale è innestato il rosaio della varietà desiderata: spuntano quindi al di sotto del colletto o dalle radici (o dal tronco nel caso di un rosai ad alberello). È molto importante provedere alla rimozione dei polloni che tolgono energia alla pianta innestata e rischiano di soffocarla. Trovate più dettagli per il taglio dei polloni qui.

Potatura d’estate: per favorire la ripresa della fioritura è necessario tagliare i fiori appassiti (20/30cmdi lunghezza del ramo che ha il fiore all’estremità) ed i rami che hanno seccato.

 

 

1276-rosier-gpt-palais-royal-3243-taille1000-mi

Palais royal

Bulbi primaverili per tutti gli sfizi ! (seconda parte)

Classificato in: Consigli,Da fare questa settimana in giardino — Tag:, , , , — Service Communication @ 15 h 00 min

- 21 novembre 2016

Tulipani, narcisi, giacinti, crochi e tante altre varietà di bulbose che spuntano in primavera si piantano in autunno. Le specie e varietà di bulbose sono così tante che ne esistono necessariamente per soddisfare tutti gli sfizi di fiori ed ornare ogni posto del giardino. Dal davanzale della finestra ai parchi più grandi, segui la guida per assicurare lo spettacolo primaverile !

 

3 / Voglio un prato fiorito !

La piantagione di ciuffi di bulbi primaverili su uno sfondo del prato ben verde mette in evidenza i fiori ed i colori diversi. I crochi, Narcisi, e tulipani botanici sono adatti per questa situazione. La piantagione si fa come per un’aiuola. Per un successo ottimale, si deve sollevare delicatamente il prato come se fosse un tappeto per lavorare un po’ il terreno. Sistemare i bulbi e rimettere a posto il prato. Sarà necessario ed obbligatorio lasciar appassire le foglie delle bulbose prima di tosare l’erba : le foglie devono appassire naturalmente affinché i bulbi continuano a fiorire gli anni successivi. Falciare poi in giugno e far tornare verde il prato grazie a innaffiature e concimazioni.

crochi

crochi

(Più…)

Bulbi primaverili per tutti gli sfizi ! (prima parte)

Classificato in: Consigli,Da fare questa settimana in giardino — Tag:, , , , , — Service Communication @ 10 h 17 min

- 4 novembre 2016

Tulipani, narcisi, giacinti, crochi e tante altre varietà di bulbose che spuntano in primavera si piantano in autunno. Le specie e varietà di bulbose sono così tante che ne esistono necessariamente per soddisfare tutti gli sfizi di fiori ed ornare ogni posto del giardino. Dal davanzale della finestra ai parchi più grandi, segui la guida per assicurare lo spettacolo primaverile !

 

1 / Vorrei dei bulbi da fiore nelle mie aiuole !

Tulipano doppio precoce Exotic Empereur

Tulipano doppio precoce Exotic Empereur

 

 

Tutte le varietà andranno perfettamente qualsiasi lo stile del tuo giardino o delle aiuole. Nei giardini “alla francese” con piantagioni regolari, pianta i bulbi abbastanza distanti su tappeti di viole del pensiero e altre biennali. Se sceglierai assortimenti con fioritura prolungata, li pianterai molto vicini gli uni dagli altri per ottenere un’aiuola bella fitta. Una volta finite le fioriture, dovrai togliere le piante appassite e basterà rinnovare l’aiuola con i fiori estivi preferiti.

Assortimento Velours

Assortimento Velours

 

 

 

 

I bulbi primaverili trovano anche posto nei giardini “all’inglese” o “naturali” in abbinamento con piante perenni e arbusti. Alcune varietà richiedono lo sradicamento dopo la fioritura come i giacinti e certi tulipani. Ti consigliamo di sistemarli nei cestini per bulbi.

 

(Più…)

Fare il giardino in autunno, fa bene alla salute !

Classificato in: Consigli,Da fare questa settimana in giardino — Service Communication @ 14 h 33 min

- 26 ottobre 2016

I giorni si accorciano, il tempo diventa triste, l’inverno arriva lentamente… Non lasciarti prendere dalla malincolinia ! La stagione delle piantagioni è arrivata. Siamo ancora in tempo per illuminare l’autunno con colori vivi e pensare a quelli dell’inverno e della primavera successiva.

 

1 / Benvenuti ai fiori d’autunno !

La fioritura delle piante estive sta sul finire. Orna di nuovo fioriere, vasi e aiuole grazie a viole del pensiero e viole cornute di vari colori. Cominciano la fioritura dall’autunno fino all’inizio dell’estate.

 

Metti a dimora anche in vaso e fioriere i mini ciclamini e i crisantemi che offrono fioriture luminose una buona parte dell’inverno perché resistono alle gelate non forti.

Composizioni di fiori d’autunno

Composizioni di fiori d’autunno

Le brughiere d’autunno e d’inverno, le graminacee ed i piccoli arbusti persistenti come l’evonimo del Giappone, l’Escallonia Red Dream, le lavande e la Choisya assicurano un po’ di colore durante i giorni d’inverno. Pensa a sistemare queste piante persistenti per prolungare la bellezza del giardino.

(Più…)

Bulbi a fioritura primaverile : le 5 domande chiave (e le risposte) per riuscire !

Classificato in: Consigli — Tag:, — Service Communication @ 6 h 43 min

- 20 ottobre 2016

Fine settembre è l’inizio del periodo di piantagione dei bulbi che fioriranno nella primavera successiva. Ma con le numerose varietà, il vocabolario, i consigli non sai più come fare. Perché ? Come ? Cos’è ? Rispondiamo alle domande essenziali che ognuno di noi facciamo quando iniziamo ad interessarci ai bulbi.

Bulbi di diversi calibri

Bulbi di diversi calibri

Perché piantare questi bulbi in autunno allorché spunteranno solo in primavera ?

I bulbi a fioritura primaverile si interrano in autunno perché necessitano di un periodo di freddo per cominciare la germinazione.

I bulbi radicano lentamente durante l’inverno per spuntare dai primi giorni di bel tempo e offrire poi bellissime fioriture. Il ciclo vegetativo finisce con le foglie che appassiscono nelle settimane che seguono. I bulbi entrano allora in riposo fino all’autunno e così via nel corso degli anni. Cominicia la piantagione dei tulipani, narcisi, giunchiglie, giacinti, allium, muscaris, ecc a partire dalla fine di settembre e continua per tutto l’autunno. È possibile interrare questi bulbi fino a gennaio, ma i fiori saranno forse meno belli in primavera.

Bulbi di tulipani

Bulbi di tulipani

Cos’è il calibro ? (Più…)

Mettere a dimora una rosa

Classificato in: Consigli — Tag:, — Service Communication @ 12 h 16 min

- 4 ottobre 2016

Le rose vanno piantate a partire dal mese di ottobre e fino a metà primavera evitando i periodi di gelo e le piogge abbondanti.
L’autunno è comunque il periodo migliore per la piantagione delle rose e così le radici avranno tutto il tempo di svilupparsi e accumulare riserve.

 

Per piantare una rosa a radice nuda o con zolla segui questi consigli :

Rosa ARTHUR RIMBAUD ® Meihylvol

Rosa ARTHUR RIMBAUD ® Meihylvol

– Scegli un posto soleggiato, in effetti le rose richiedono minimo 4/6 ore di sole al giorno per un ottimo sviluppo.

– Per le rose a radice nuda, spuntare le radici e anche i rami di qualche centimetro (i rami devono essere lunghi circa 10/15 cm).
Per le rose con zolla, piantarle così come sono.

– Preparare il terreno con una vangatura e aggiungere del concime a lento cessione e della cornunghia che nutriranno le rose.

– Scavare una buca di circa 50 cm. Se vecchie rose erano a questo posto, cambiare la terra su 40/50 cm di profondità.

– Mettere la rosa al centro della buca e colmare.

– Comprimere la terra attorno alla pianta ed annaffiare abbondantemente.

– Dopo un paio di giorni, quando il terreno sarà asciutto, ricoprire i rami fino quasi all’apice con una collinetta di terra per proteggere la rosa dal freddo e dal gelo.

 

Enregistrer

Enregistrer

La creazione di una rosa

Classificato in: Le rose messe in avanti,Storia di Meilland — Tag:, , — Service Communication @ 12 h 04 min

- 14 settembre 2016

Oggi Meilland-Richardier è tra i primi cinque principali ibridatori al mondo. Ogni anno vengono effettuati da 5 a 8.000 incroci che portano ad avere più di 100/120.000 fiori fecondati manualmente. Tutto ciò permette di ottenere 200/250.000 semi che potrebbero dar vita a nuove varietà di prestigio.

 

Le varietà restano sotto osservazione per 8-10 anni e le prescelte, prima della loro commercializzazione, vengono sottoposte a tutti i test necessari presso 15 centri privati di ricerca, a disposizione della Famiglia Meilland, e ripartiti su tutte le latitudini.

 

Tutti gli anni, infatti, vengono immesse sul mercato circa 10 nuove varietà di rose, distribuite tra le varie categorie esistenti.

La creazione di una rosa

La creazione di una rosa

Nuovi luoghi per una nuova stagione !

Classificato in: Attualità,Storia di Meilland — Tag:, — Service Communication @ 10 h 32 min

- 1 settembre 2016

Al rientro di settembre 2016, la Meilland Rosai e Piante tornerà alle origini. Per essere più vicini ai nostri vivai e ai nostri prodotti, gli uffici traslocheranno in Francia. Abbiamo anche preso questa decisione per migliorare il nostro servizio.

 

Il nuovo indirizzo è Meilland Richardier c.a Sabina CS 9006 38790 Diémoz Francia. Diémoz è un paesino a 30 km da Lione, lì si trovano i campi di rose (350 ettari). Le piante sono coltivate due anni poi raccolte a settembre-ottobre e sono conservate da ottobre a maggio a riposo vegetativo in celle frigorifere.

 

I nostri campi di rose

I nostri campi di rose

 

Per quanto riguarda le spedizioni, rassicuratevi, nessun cambiamento ! I pacchi partiranno sempre dal vivaio francese per una consegna entro 4/6 giorni lavorativi. Potrete contattarci allo 00 33 04 72 32 58 73, e lasciare il vostro recapito e vi richiameremo a carico nostro oppure c’è sempre l’indirizzo mail info@rosai-e-piante-meilland.it .

 

Possiamo anche comunicare tramite la chat live attiva dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

Sabina sarà lieta di ritrovarvi per questa nuova avventura !

A presto !

Enregistrer

Enregistrer

Enregistrer

Enregistrer