Dal 1867, Creatore-Produttore di Rose e Selezionatore di Piante & Accessori per Giardini
Servizio clienti +33 472 32 58 73
IT
Menu
Prezzi bassi su + di 100 prodotti !

Conoscere l'amarillis

Le piante di amarillis di cui si tratta qui sono botanicamente parlando degli Hippeastrum, non rustiche, da non confondere con il vero amarillis che si può coltivare in piena terra, Amarillis Belladona . L'amarillis è uno dei più grossi bulbi commercializzati ed è generalmente proposto in autunno per la forzatura, in modo da ottenere una fioritura invernale. Ogni stelo floreale produce da 4 a 6 corolle con diversi toni di bianco, rosa, rosso, rosa arancione e salmone, con a volte delle striature bianche. I fiori grandissimi possono raggiungere un diametro di circa 20 cm, e possono essere semplici o doppi. Il fogliame si sviluppa insieme o poco dopo alla fioritura, somigliando a lunghi nastri verde scuro lucidi.

Consigli di messa a dimora dell'amarillis

Il bulbo d'amarillis si mette a dimora da ottbre a gennaio-febbraio, per una fioritura che si otterrà circa due mesi dopo la piantagione. La coltivazione dell'amarillis si fa solo in vaso, perché i bulbi non sono rustici e gelano. Mettere il bulbo in un vaso di un diametro di circa 20cm, in un substrato composto da parti uguali di terra da giardino, terriccio e sabbia, senza dimenticare uno strato di ghiaia o di palline d'argilla espansa in fondo al vaso in modo da assicurare un buon drenaggio. In vasi più grandi, è possibile raggruppare qualche bulbo per ottenere un vaso più bello e più fiorito. Il bulbo si mette a dimora raso terra, lasciandolo almeno 1/2 cm al di sopra del substrato. Non si deve assolutamente ritagliare le radici. Annaffiare leggermente per comprimere la terra.

Consigli di manutenzione dell'amarillis

In un primo tempo, mettere l'amarillis in un luogo buio e fresco (circa 15°C), mantenendo il substrato leggermente umido, il tempo che il bulbo attecchisca e cominci a crescere. Dopo 6-8 settimane, lo o gli steli floreali si saranno sviluppati, e si deve quindi mettere l'amarillis in piena luce, a una temperatura dai 18°C ai 22°C, e aumentare le annaffiature (ogni 2/3 giorni). Così gli steli floreali si svilupperanno e fioriranno.

Un secondo metodo consiste nel mettere il vaso vicino ad un termosifone (18°- 22°C) durante una quindicina di giorni perché le radici si sviluppino rapidamente. Mettere poi l'amarillis in un luogo più fresco (16-18°) : la crescita sarà più lenta ma la fioritura più lunga. Aggiungere regolarmente un fertilizzante liquido per vasi fioriti (una volta alla settimana), per mantenere la fioritura e la crescita del fogliame. La fioritura dura circa 3-4 settimane.

Appena i fiori saranno appassiti, bisognerà sopprimerli per evitare la formazione di semi. Una volta la fioritura finita, rimettere l'amarillis in un ambiente più fresco, e lasciare il fogliame svilupparsi naturalmente. Annaffiare leggermente fino al momento in cui potrai metterlo fuori, a mezz'ombra, una volta passati i periodi di gelo. Dovrai poi annaffiare più abbondantemente e regolarmente aggiungendo un fertilizzante perché il bulbo rifaccia le proprie riserve. Ridurre le annaffiature e smettere le aggiunte di fertilizzante durante l'estate, nel momento in cui il fogliame comincia ad ingiallire, segno che il bulbo entra in riposo vegetativo.

Lasciare nel vaso il bulbo a riposo completo durante 3 mesi, ciò che permetterà la formazione di fiori futuri. Dopo questo periodo, non si deve svasare il bulbo d'amarillis, ma si deve rinnovare il substrato in superficie. Il processo di vegetazione potrà allora rincominciare come un bulbo nuovo.

A quali piante abbinare l'amarillis ?

Le piante di amarillis non si abbinano ad altri bulbi al momento della messa a dimora. Magari al momento della fioritura potrai abbinarle ad altre piante verdi o fiorite inserando il vaso in grandi portafiori.

Newsletter Meilland Rosai e Piante

Non lasciarti sfuggire le ultime promozioni e novità