Mandorlo : consigli di messa a dimora, potatura e manutenzione

mandorloSapere tutto sui mandorli
Consigli di messa a dimora del mandorlo
Consigli di potatura e manutenzione del mandorlo


Sapere tutto sui mandorli

Il mandorlo è originario del bacino mediterraneo, ama i climi caldi, sopporta la siccità e teme le aeree umide. È un piccolo albero rustico a portamento eretto che si arrotonda con il tempo raggiungendo in età adulta i 5/6 m di altezza. La sua fioritura bianca rosa, molto precoce (in febbraio) teme le gelate tardive : i fiori muoiono da -2° a -3°C. Nelle zone fredde, è indispensabile piantarlo ad esposizione soleggiata e riparata. I frutti sono raccolti a fine agosto inizio settembre. Il mandorlo cresce in qualsiasi terreno ben drenato, anche calcareo, tranne quelli troppo umidi o argillosi. L'albero ti è venduto a radice nuda da ottobre ad aprile.

La fruttificazione interviene generalmente 2 anni dopo la piantagione. La varietà all in One è autofertile e non ha bisogno della vicinanza di altre varietà. Le sue grosse mandorle a guscio tenero si raccolgono in fine estate.


Consigli di messa a dimora del mandorlo

fiori mandorloIl mandorlo venduto a radice nuda si pianta da ottobre ad aprile. Se non riesci a piantarlo nel giro di 8 giorni, ti consigliamo di mettere l'albero in un angolo all'ombra del tuo giardino.

Per la messa a dimora, fai una buca profonda 50/60 cm e larga 80/100 cm in modo da assestare bene la terra. Togli i sassi e le radici delle erbacce. Metti in fondo alla buca di impianto circa 150g di cornunghia (cioè 2 manate) da mescolare alla terra, riempi di metà la buca con la terra migliorata con terriccio da piantagione se necessario e letame composto (1-2 palate). Rinfresca l'estremità delle radici, immergile in una poltiglia di fango (per assicurare una migliore ripresa), non dimenticare di mettere un tutore in modo da mantenere l'albero dritto e pianta l'albero con il colletto al livello del suolo (si riconosce grazie al cuscinetto al collegamento delle radici e del tronco), colma la buca di impianto con la terra asportata in precedenza eventualmente ammendata da terriccio da piantagione, comprimi al piede dell'albero formando una conca e annaffia abbondantemente (15/20 litri d'acqua) per assicurare una buona coesione tra le radici e la terra. Per i mini fusti finisci con una potatura dei piccoli rami di circa 25/30 cm di lunghezza rispetto al tronco, di preferenza sopra una gemma situata verso l'esterno della ramatura e conserva solo da 3 a 5 rami ben situati.


mandorle
Consigli di potatura e manutenzione del mandorlo

Nell'anno successivo alla messa a dimora lascia che il tuo mandorlo cresca naturalmente : il mandorlo fiorisce su rami di un anno e non richiede potature regolari.
Potare il meno possibile per impedire lo scolo della gomma. Per mantenere il portamento armonioso dell'albero, accontentati di spuntare leggermente i rami più vigorosi o quelli che fuoriescono dalla sua sagoma e togli i piccoli rami che si incrociano all'interno della cima. Applica un prodotto cicatrizzante sulle piaghe da taglio in febbraio-marzo.

rosai e piante newsletterNon esitare a fare un trattamento a fine inverno, poi dopo la fioritura, un trattamento preventivo alla poltiglia bordolese in modo da evitare lo sviluppo della monilinia, malattia che provoca il deperimento dei ramoscelli. Per preservare la fertilità del terreno e provocare una buona fruttificazione, un'aggiunta di concime organico in autunno, e poi in primavera un'aggiunta di uno speciale concime alberi da frutto possono essere effettuate ogni anno.



Torna su : Tutti i nostri consigli giardinaggio dei mandorli ⇑